Rettangolo con angoli arrotondati: IL SILENIO

IL SILENZIO

 Il silenzio si può immaginare come uno strumento della riflessione, nel quale l’uomo si distende per rettificare il gettito della produzione del suo sapere, ma anche può essere rifugio della sua incapacità creativa o attimo di assestamento per la distribuzione delle sue risorse. Nel silenzio acquista dimensione trascendentale e per mezzo della quale, l’uomo, valuta i problemi dell’esistenza dando impulso alla diversità dell’esperienza e del sapere, trasformandosi egli stesso in creatività.