Rettangolo con angoli arrotondati: Pensieri e riflessioni

Pensieri e Riflessioni

 

L’UOMO REALIZZA

Tutto ciò che l’uomo realizza con fede, lo fa con la proiezione delle mani di Dio, lui prospera, così pure la terra.

 

L’EVANGELO

Invano ci si affatica a prosciugare il mare se i fiumi e la pioggia ripartono l’acqua in mare, così invano si cerca di fermare l’evangelo, se la Parola e lo Spirito vanno intorno e non si possono fermare.

 

TIMORE IN DIO

Chi ha timore in Dio, non ha paura di combattere le avversità, poiché, egli ha piegato il male con l’aiuto di Dio.

 

LE STELLE

 Le stelle raccontano la storia del creato, esse rappresentano gli avamposti della luce di Dio, ma non sono la luce di Dio. Isaia 30:26 La luce …………..sarà sette volte più viva, come la luce di sette giorni assieme, questa è la luce di Dio.

 

PICCOLA PREGHIERA

 Una piccola preghiera è come una piccola fiammella sia che è detta in segreto, sia detta nella moltitudine, ma quando arriva a Dio è come se tutto il mondo prega.

 

L’EROPLANO

Un aereo in volo è sostenuto dalla forza dell’aria, ma può anche cadere, ma quando vediamo volare una colomba, l’ì è la mano di Dio che la sostiene.

 

TESTIMONI

 Per testimoniare, occorre essere testimoni viventi del sacrificio di Cristo e la luce della realtà santa deve rispecchiare nel nostro volto. L’umiltà del nostro cuore, deve conquistare il prossimo.

 

GLI EROI

 Gli eroi per vincere spesso si sono esposti alla morte ma Gesù è più che eroe, perché esponendosi alla morte, ha dato a tutti la vita, anche agli eroi che han perso la vita.

 

PERDONARE

 Se il perdonare ci alleggerisce l’animo, quando più l’amare dopo la contesa, ci rinvigorisce il cuore.

 

I SEGUACI DI CRISTO

 I seguaci di Cristo, si muovono leggeri come il vento ma lasciano tracce profonde, altri seminano la grazia di Dio che al momento, confonde il nemico.

 

I NOSRTI CORPI

 I nostri corpi vestono l’anima ed essa riveste lo spirito ma quando il corpo è ferito, l’anima sente il dolore e lo spirito chiama Dio ed Egli sovviene.

 

LA NATURA

 Tutta la natura, non è altro che il giardino di Dio piantato nel mondo. L’uomo di Dio è il suo giardiniere che ne prende cura; ma quando l’uomo malvagio la corrompe, egli distrugge, invece di costruire.

 

CHI SPERA

 Chi spera in Dio non è mai confuso, la sua certezza è come il giorno, ma chi spera nell’uomo è come se si trovasse in una nave senza bussola, presto affonderà.

 

L’OSCURITA

 Il buio fa paura perché gli occhi dell’uomo non riescono a vedere, ma se ha fede, il fuoco di Dio sarà nei suoi occhi, che gli illuminano il cammino.

 

LE TUE PAROLE

Per colui che soffre, le tue parole sono come un soffio di vita; ma saranno come pietre per colui che li schernisce.

 

NELLA COMUNIONE

 Colui che prende il pane come corpo non ha difficoltà di bere il calice come sangue, perché egli partecipa al dolore della croce e alla gioia della vita in Gesù.

 

MONTAGNA

 Quando vediamo una montagna, la cui cima sembra toccare il cielo, è la terra che alza le mani a Dio, come in preghiera; così anche il mare costantemente sbatte l’onda contro la costa, come per alzare le mani a glorificare Iddio.

 

LE BRACIA

 Perché Dio vuole che l’uomo tenda le mani al cielo quando prega? Perché così egli riconosce che è solo Dio ha tirarlo fuori dal fango.

 

RIFLESSIONE

E’ bene, con i tempi tristi e corrotti che corrono, che nelle chiese si predichi più, ciò che ci riprende che ciò che ci perdona. Meglio vivere un giorno mortificato nel Signore che uno ridere di gioia.

 

I DELUSI

 Avvolte, quando siamo delusi, ci convinciamo che gli amici che ci stanno attorno ci confortano, ma presto ci accorgiamo che l’angoscia diventa più pesante e la solitudine ci assale; così solo la preghiera a Dio, ci ristora l’anima e ci fa sentir l’ebbrezza dell’eterno.

IL VOLTO

Mi sono accorto che, quando la gente parla, il loro volto non è il vero, quello vero lo han lasciato a casa con le afflizioni; ma se il volto del popolo di Dio è serio è per il sacrificio di Gesù, ma dentro, porta la gioia della salvezza e della vittoria.

IL BENE

 Poiché pochi credono che il bene esista, molti non lo procacciano perché pensano che sarebbe vano cercarlo, e allorquando l’avessero trovato, dicono, che è stato come aver trovato una freccia senza arco. Ma il popolo di Dio esercitando la fede con le opere, possiede la freccia ed anche l’arco. 

IL PARLARE

 Quando parliamo trasmettiamo ogni sorta di pensieri, ma essi avvolte nascondono l’egoismo, ecco perché nascono le guerre; ma la parola di Dio è santa e verace, ed è quella che salva l’uomo dalla guerra.

LA CROCE

 Quando Gesù gridò sulla croce, nello stesso istante due forze si scontrarono l’amore e l’odio, ed allo scoccar d’un lampo, l’amore di Cristo vinse, tal che il suo sangue ancora salva.

LA LUCE

Rappresenta la positività dell’esistenza del creato e la fonte della forza motrice dell’universo; Dio è la sorgente ove nasce questa luce.

STELLA DEL MATTINO

 Gesù viene rappresentato come la stella del mattino, perché questa stella è talmente forte che illumina il giorno, è talmente pura che sta in disparte da tutte le altre, è talmente bella che quando decide d’apparire, le nuvole gli fanno spazio affinché tutti la vedono.

I DIVERSI TIPI DI AMORE

 Spesso mettiamo in atto il nostro sentimento più intimo, l’amore; ma esso non è lo stesso per tutti. Vi è quello della madre, quello dei figli, quello degli amici. Vorrei parlarne di tre tipi:                                                                                                                                                        

Amore condizionato: E’ quello che dura fino a quando è corrisposto, come l’amore di due amici.

Amore crescente:  Questo tipo d’amore ci fa capire che prima era nullo e poi è cominciato a crescere; esso può essere paragonato all’amore di Mosè nei riguardi di Dio. Prima di conoscerlo il suo amore era nullo, ma poi crebbe e divenne sempre più grande.

Amore eterno: Questo amore non è comprensibile all’uomo, ne agli angeli ne ai profeti, perché l’amore è Dio stesso, esso sorregge l’universo e vaga nella terra a sua volontà.

MATTONI

 La Bibbia ci fornisce i mattoni per costruire la casa eterna, ma noi dobbiamo saperla fabbricare, eseguendo con fede le direttive del progetto che ci ha dato il Signore.

LETTURA

 La lettura della Bibbia arricchisce la via del sapere, ma spesso, la ricchezza impoverisce la via della fede.

L’ATEO

 Quando l’uomo dice di non credere a nulla, ma solo alla forza di se stesso. Egli si trova avvolto nel nulla, ed è come il cieco che non vede ed il sordo che non ode. E se Dio lo chiama, lui non sente.

COMMUOVERSI

 Colui che si commuove del dolore altrui, partecipa al suo dolore, e l’afflitto trova la forza d’affrontare il pianto e a trovar fiducia nel Signore.

SPERANZA

Quando l’uomo vede muovere la forza della natura, ha paura ed ammutolisce; è l’ì che avverte la potenza di Dio, ed ecco che lì, v’è anche la Sua presenza.

SPERARE

 L’uomo che spera in Dio è più virtuoso di colui che spera nella propria forza; nel momento della distretta, l’uno griderà a Dio e viene ascoltato, l’altro griderà a se stesso e i demoni ridono.

OCCHI INDISCRETI

 Le stelle nel buio della notte sembrano guardarci con occhi indiscreti, perché sanno che la terra era prima di loro. Ma ancor di più, perché la Stella del Mattino venne ad abitarla.

RINASCITA

 Quando apprezziamo le parole di Gesù nella Parola di Dio, vuol dire che il Signore sta modellando in noi la nuova nascita.

LE PAROLE

Le parole che escono dalla nostra bocca, vengono foggiate dall’anima ed il nostro spirito, poi li disperde nei cieli, lì vengono ad una ad una annoverate. 

LA FORZA

 La vera forza non è quella che abbiamo nelle braccia, ma quella che abbiamo nel cuore. Essa diventa sempre più forte e resiste fino all’ultima ora.

IL NULLA

 Se il nulla non fa parte della creazione di Dio, è certamente il mezzo che fu usato da Dio per fare tutte la cose; per questo motivo esso è nell’ordine della mente di Dio e quindi, fa parte del tutto.

GESU’ VIVE

 Se Gesù è morto e vive, noi non possiamo vivere e morire.

BUIO

 Se l’uomo non avesse paura del buio della notte, sarebbe come gli animali, avrebbe solo l’anima. Ma il suo spirito appartiene alla luce, ecco perché detesta le tenebre.

PRIGIONIERO

 Quando l’uomo non riesce a debellare il vizio, è come se non riuscisse ad uscire da una prigione con le porte aperte; egli ha incatenato il suo cuore, ed egli stesso è il carceriere.

LO SCOPO

 Se tutto il creato è stato fatto per uno scopo, nulla è inutile. Allora il vivere è utile per conoscere la morte e la morte è utile per conoscere l’eterno.

LA CONOSCENZA

 La conoscenza dell’uomo si può dividere in 2 settori: quelli che sanno e quelli che non sanno. Quelli che sanno a sua volta possono essere divisi in quelli che sanno di sapere ciò che sanno e quelli che sanno di sapere ciò che non sanno. Quelli che non sanno si possono dividere in quelli che non sanno di sapere ciò che sanno e quelli che non sanno di sapere ciò che non sanno.