Riflessioni Letterarie e Religiose

Dott. Giuseppe Drago

“Praticante avvocato”

 

IL POTERE: il potere pone l’uomo al di sopra, di molti ma non lo assicura di quanto tempo possa egli essere al di sotto, di tutti. 

 

ELENA RAPITA

(Poema in versi)

                Secondo il mito, le origini della guerra di Troia nacquero per la disputa sorta, del cosiddetto "pomo della discordia"; una mela d'oro con la scritta "Alla più bella" che fu lanciata da Eris, dea della discordia, fra i convitati al matrimonio del re dei mirmidoni, Peleo, con la ninfa Teti. Le tre dee Era, Atena e Afrodite affidarono a Paride, figlio del re di Troia, il compito di offrire il frutto alla più bella delle donne mortali. Paride però, per accattivarsi il favore di Afrodite, decise di consegnarla a lei, così si assicurò il suo favore per il suo tentativo di rapire la bella Elena, moglie di Menelao, re di Sparta. 

GYGES

Gyges, vissuto nel 680 a.C. a Ovest di Anatolia, scese in Lydia ove divenne re fino al 648 a.C. per 38 anni. Egli usurpò il trono a Candaules, uccidendolo con la collaborazione della regina, che dopo divenne sua moglie.  Fu un grande condottiero, combatte in Siria, e in Egitto e fece ricca la Lydia, ma in Anatolia trovò la morte per mezzo, di Archedis, figlio di Candaules, il quale, dopo aver vendicato suo padre ritornò in reggia per uccidere anche la madre divenuta moglie di Gyges, re di Lydia. Ma il trono appartenne ad Ardi figlio di Gyges e di Eblea. L’oracolo fu contro Archedis per l’eccidio commesso senza interpellare gli dei.

POETARE 

 

La poesia forse è nata con l’uomo;

l’aspirazione di sollevare lo spirito al trascendentale lo ha portato pian piano alla scoperta di un sentimento che comunica con l’intimo della sua esistenza..

Egli esalta questo suo sentire e lo confronta con la  natura, poi si sofferma nei momenti più affascinanti che gli sollecitano il cuore

per rinnovare il suo spirito a Dio.

LETTURE

La natura non è silente quando l’uomo la contempla.

Avvolte gli rivela i segreti invisibili

ed egli li rende reali

a gli occhi di tutti.

 

 

UN MODO PER CONOSCERE DIO

http://ilmessaggiodellamoredidio.blogspot.it/2015/01/nel-principio.html

 

 

Ho provato a conoscere Dio e quando ho intrapreso a leggere la sua Parola mi

ha cambiato la vita.

La chiave sta nelle Sacre Scritture

e la porta sta nel nostro cuore.

 

Non è che ho aggiunto anni

alla mia vita

ma ho aggiunto

la conoscenza del percorso di essa.

Lo stesso però ho paura della morte

ma il pensiero di vederlo

mi fortifica.

AFORISMI

Alcuni pensieri

aiutano  il proseguir della vita.

FREGI

 

Il tempo non è riuscito

a farmi conoscere la vita

nè l’età matura mi ha aiutato

a scoprirne i pregi,

nè gli occhi mi hanno mostrato il bene.

Solo il sentimento mi ha avvertito

dell’invisibile e mi ha esteso l’angoscia

quando ho percepito l’immensità.

L’anima mia è andata oltre,

ha trovato il lume nascosto del giorno,

la pienezza della realtà nell’assoluto.

Da esso ho percepito il vero

che mi possiede

quando guardo il cielo.

Così ho imparato a seguire il mondo

circondato da fregi inutili

mentre cerco della luce

la sua origine. 

 

Giuseppe Drago

Catania 10/06/2015